Dopo tutte queste fermate, a Roma

Metroroma2

 

 

 

 

 

 

Clodio e Mazzini fermi alla fermata
della metro. La vita di tutti i giorni:
odori suoni, insapori i colori
dal grigiore di vagoni quotidiani.

S.Pietro, privo di chiavi, fa’l biglietto
nel Circo Massimo ordinato dalla Piramide.
Manzoni e Marconi spaesati si ritrovano
sul Ponte Lungo, prima dei Colli Albani.
E il poeta, che per campare fa l’attore, compare
a Cinecittà, da Garbatella.

Malatesta trova rifugio al Pigneto
nella Repubblica dei Re di Roma
dove Barabba celebra Rebibbia
per ospitare nuovi Gesù.

In Piazza di Spagna, Marcello legge
sul quotidiano morti quotidiane
di grame questioni, d’un certo cambiamento
climatico ideologico, e appoggia il mento :
il treno è sempre in ritardo !

Pensare che vorrebbe solo arrivare
a Termini, prima di terminare la voglia
d’andare, prima d’affondare
in questo Pantano d’acqua Borghesiana.

Dopo tutte queste fermate,
a Roma.

*Roma, 01.2019

Previous Entries LA GITANA - Racconto Next Entries Nel gommone muore