SAPORE D’AMORE – Poesia

sapore d'amoreIntravista, mi hai subito
attirato per la voglia di conoscerti:
Non mi scapperai !
E i tuoi occhi
risposta immediata come la Verità :
più nessuna voglia di fuggire
d’esser solo una passante !
Passaggiare : c’è chi lo fa nel villaggio,
chi nella sua vita… io so dove andare !
Dici : ho bisogno della tua presenza
che si faccia forte come fortezza
dalla quale la montagna del mio amore
disillusa, stanca di cercare illusa
di posar fondamenta su leggere nuvole rosa,
si possa finalmente lasciar abbarbicare.
Sei lontana, e ti sento così vicina !
Più vicina di questa notte
che t’avvolge, ti nasconde
dal mio sguardo che ti vorrebbe
vedere mentre dormi senza me.
Nessuna parola che per te possa pensare
potrà mai riempire
un vuoto così grande come solo
il silenzio saprebbe fare
quando rispettoso si fa assordante
al cospetto della Bellezza.
La mia presenza, suddividila non in ore
ma in pensieri sogni e mancanze
in respiri gonfi d’angoscia.
Come ballerini perfettamente coordinati
ci siamo incontrati
sul bordo dell’arcobaleno del Tempo
delle nostre vite
senza più appetito oramai
per sfiziose voglie passeggere,
affamate da troppo tempo
di quel sacro cibo, che d’Amore
finalmente le possa saziare.
Invitami allora ad avvicinarmi
dolcemente, senza fretta o paura,
così che mi possa approcciare senza urtare
ferire quella libertà che è l’amore
del nostro amore.
Invitami allora alla nostra prossima ultima cena
di cui niente o nessuno, dopo
saprà o potrà farci dimenticare
l’odore, il suo sapore :

Sapore d’Amore.

*Mailhac, 2018

Previous Entries All'Auditorium Conciliazione di Roma, 'Giudizio Universale. Michelangelo and The secrets of the Sistine Chapel' Next Entries Turner, le opere della Tate, in mostra a Roma